Novità

Aprile 2020

Mutui di acquisto 1° casa di importo originario inferiore a 400.000 eur

Di seguito vengono quindi illustrati i requisiti e le azioni necessari per richiedere l’accesso Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto prima casa ed ottenere la sospensione dell’intera rata del mutuo prima casa fino a un massimo di 18 mesi con un contributo del Fondo di solidarietà che copre il 50% degli interessi di sospensione secondo le modalità di calcolo che saranno previste da Consap (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici – www.consap.it) .

Chi può richiedere la sospensione?

Possono richiedere la sospensione i clienti titolari e cointestatari di un mutuo per l'acquisto della prima casa di importo originario non superiore a 400.000 euro che rientrano in una delle situazioni di seguito illustrate:
  • Stato di disoccupazione a seguito di cessazione del rapporto di lavoro subordinato come diretta conseguenza dell’emergenza epidemiologica;
  • Stato di disoccupazione a seguito di cessazione dei rapporti di lavoro previsto dall’art. 409, n.3 (rapporto di lavoro “atipici”) del codice di procedura civile come diretta conseguenza dell’emergenza epidemiologica;
  • Sospensione dal lavoro per almeno 30 giorni lavorativi consecutivi oppure riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni lavorativi consecutivi, corrispondente a una riduzione pari almeno al 20% dell’orario complessivo come diretta conseguenza dell’emergenza epidemiologica;
  • Riduzione del fatturato medio giornaliero pari al 33% rispetto all’ultimo trimestre 2019 per i lavoratori autonomi e liberi professionisti a causa della chiusura o della restrizione della propria attività a seguito delle misure introdotte per il contenimento della diffusione del virus; la riduzione media giornaliera del fatturato del lavoratore autonomo e libero professionista rispetto al periodo di riferimento, deve essere registrata in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020, oppure in un periodo più breve compreso tra questa data e la data della domanda.
  • Morte o riconoscimento di handicap grave o di invalidità civile non inferiore all’80%.

Chi non può richiedere la sospensione?

Non è possibile richiedere la sospensione se si è titolari o cointestatari di un mutuo con una delle seguenti caratteristiche:
  • è stato erogato per finalità diverse dall’acquisto della prima casa;
  • ha un importo originario superiore a 400.000 euro;
  • presenta rate scadute e non pagate per un periodo superiore a 90 giorni consecutivi alla data della richiesta di sospensione;
  • è relativo a immobili appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e con caratteristiche di lusso;
  • è presente un'assicurazione a copertura dei rischi che si verifichino gli eventi che danno diritto al beneficio (perdita d’impiego).

Cosa succede se vi è già in essere un’altra sospensione?

I Clienti titolari o cointestatari di un mutuo per l’acquisto prima casa che hanno già una sospensione in essere:
  • in caso di sospensioni previste dalla legge (ex lege), per fare la nuova richiesta di sospensione prevista dal Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto prima casa, devono attendere la sua scadenza oppure interromperla. Se non sono ancora passati 3 mesi di ammortamento, la durata della sospensione del Fondo sarà ridotta del periodo di sospensione di cui il Cliente ha già usufruito;
  • in caso di sospensioni concesse autonomamente da SGMI, l’interruzione si attiva in automatico al momento della presentazione della domanda di sospensione al Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto prima casa.

Che sospensione si può richiedere?

In generale i Clienti che presentano i requisiti necessari richiesti possono richiedere la sospensione dell’intera rata del finanziamento per un periodo massimo di 18 mesi.

Solo nel caso di riduzione dell’orario di lavoro o di sospensione dal lavoro per un periodo di almeno 30 giorni lavorativi consecutivi, la durata della sospensione massima che il Cliente può richiedere è commisurata alla durata della riduzione dell’orario di lavoro o della sospensione dal lavoro subita, e più precisamente la sospensione richiesta delle rate del mutuo potrà essere al massimo di:
  • 6 mesi, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata compresa tra 30 giorni e 150 giorni lavorativi consecutivi;
  • 12 mesi, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata compresa tra 151 giorni e 302 giorni lavorativi consecutivi;
  • 18 mesi, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata superiore a 303 giorni lavorativi consecutivi.
Si precisa inoltre che durante il periodo di sospensione, il Cliente ha la facoltà di riprendere i pagamenti in qualsiasi momento e richiedere di conseguenza il riavvio dell’ammortamento, rinunciando al beneficio del contributo sulle rate che scadranno dopo il riavvio dell’ammortamento.

Quanto costa la sospensione?

  • La sospensione non determina l’applicazione di commissioni né l’applicazione di interessi di mora durante il periodo della sospensione stessa.
  • Durante il periodo di sospensione sono applicati interessi al tasso (TAN) del mutuo calcolati sul capitale residuo in essere alla partenza del periodo di sospensione.
Gli interessi maturati, esclusa la parte coperta dal contributo del Fondo di Solidarietà e pari al 50%, dovranno essere rimborsati dopo il periodo di sospensione, a partire dal pagamento della prima rata in scadenza. Gli interessi da rimborsare saranno suddivisi in quote di pari importo e in numero uguale alle rate residue del finanziamento. Ogni quota interessi sarà quindi aggiunta all’importo della rata periodica che il Cliente paga normalmente.

Pertanto, al termine della sospensione, il rimborso del finanziamento riprenderà col pagamento delle rate, comprensive anche della quota interessi a carico del Cliente maturata  nel periodo di sospensione, con conseguente allungamento del piano di ammortamento. 

Quali sono i documenti da inviare?

SITUAZIONE

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

Cessazione del rapporto di lavoro subordinato 1) Sia per i rapporti a tempo indeterminato che per quelli a tempo determinato, il documento di identità (per i soli cittadini italiani e dell’Unione europea) oppure il passaporto e il permesso di soggiorno (per cittadini extra UE) in corso di validità di tutti gli intestatari del mutuo

2) Modulo di richiesta di sospensione del MEF **

Per rapporti a tempo indeterminato 3a) Lettera di licenziamento oppure documento che attesta le dimissioni da lavoro per giusta causa*

Per rapporti a tempo determinato 3b) Copia del contratto ed eventuali comunicazioni di interruzione del rapporto in caso di dimissioni per giusta causa*

Cessazione dei rapporti di lavoro previsto dall’art. 409, n.3 del codice di procedura civile 1) Il documento di identità (per i soli cittadini italiani e dell’Unione europea) oppure il passaporto e il permesso di soggiorno (per cittadini extra UE) in corso di validità di tutti gli intestatari del mutuo

2) Modulo di richiesta di sospensione del MEF **

3) Copia del contratto ed eventuali comunicazioni di interruzione del rapporto in caso di dimissioni per giusta causa*

Sospensione del lavoro 1) Il documento di identità (per i soli cittadini italiani e dell’Unione europea) oppure il passaporto e il permesso di soggiorno (per cittadini extra UE) in corso di validità di tutti gli intestatari del mutuo

2) Modulo di richiesta di sospensione del MEF **

3) Copia del provvedimento amministrativo di autorizzazione dei trattamenti di sostegno del reddito

4) Copia della richiesta del datore di lavoro di ammissione al trattamento di sostegno al reddito o in alternativacopia della dichiarazione del datore di lavoro, resa ai sensi del D.P.R. n. 445 del 2000, che attesti la sospensione dal lavoro per cause non riconducibili a responsabilità del lavoratore, con l’indicazione del numero di giorni lavorativi consecutivi di sospensione

Riduzione dell'orario di lavoro 1) Il documento di identità (per i soli cittadini italiani e dell’Unione europea) oppure il passaporto e il permesso di soggiorno (per cittadini extra UE) in corso di validità di tutti gli intestatari del mutuo

2) Modulo di richiesta di sospensione del MEF **

3) Copia del provvedimento amministrativo di autorizzazione dei trattamenti di sostegno del reddito

4) Copia della dichiarazione del datore di lavoro, resa ai sensi del D.P.R. n. 445 del 2000, che attesti la riduzione dell’orario di lavoro per cause non riconducibili a responsabilità del lavoratore, con l’indicazione sia del numero di giorni lavorativi consecutivi di sospensione sia della percentuale di riduzione dell’orario di lavoro

Riconoscimento di handicap grave o di invalidità civile non inferiore all’80% 1) Il documento di identità (per i soli cittadini italiani e dell’Unione europea) oppure il passaporto e il permesso di soggiorno (per cittadini extra UE) in corso di validità di tutti gli intestatari del mutuo

2) Modulo di richiesta di sospensione del MEF **

3) Certificato rilasciato dall'apposita commissione istituita presso l'ASL competente per territorio che qualifichi l’intestatario del mutuo come portatore di handicap grave (art. 3, comma 3, legge 104/1992) oppure invalido civile (da 80% a 100%)

Riduzione del fatturato medio giornaliero pari al 33% rispetto all’ultimo trimestre 2019 per i lavoratori autonomi e liberi professionisti 1) Il documento di identità (per i soli cittadini italiani e dell’Unione europea) oppure il passaporto e il permesso di soggiorno (per cittadini extra UE) in corso di validità di tutti gli intestatari del mutuo

2) Modulo di richiesta di sospensione del MEF **

Morte dell'intestatario del mutuo 1) Per il cointestatario o per l'erede subentrato, il documento di identità (per i soli cittadini italiani e dell’Unione europea) oppure il passaporto e il permesso di soggiorno (per cittadini extra UE) in corso di validità di tutti gli intestatari del mutuo

2) Modulo di richiesta di sospensione del MEF **

* In tutti i casi di dimissioni per giusta causa è richiesto uno dei seguenti documenti:

1. la copia della sentenza giudiziale o dell’atto transattivo bilaterale, da cui si evinca l'accertamento della sussistenza della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore;
2. la copia della lettera di dimissioni per giusta causa con il riconoscimento espresso da parte del datore di lavoro della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore;
3. la copia della lettera di dimissioni unitamente all'atto introduttivo del giudizio per il riconoscimento della giusta causa.

** per reperire il Modulo del MEF vedi la sezione successiva

Come procedere per richiedere la sospensione dell’intera rata?

Il Cliente che presenta i requisiti necessari per richiedere la sospensione del mutuo di acquisto prima casa deve scaricare il modulo dedicato del MEF, compilarlo in ogni sua parte e firmarlo.



Scarica qui il modulo MEF



Successivamente il Cliente deve inviare via email all’indirizzo info@fidimutui.it il modulo compilato e firmato unitamente a tutta la documentazione richiesta per la sua personale situazione.

Tutti i documenti devono essere scannerizzati in file singoli per poter essere inviati da SGMI a Consap e devono essere trasmessi a SGMI in un’unica mail.

SGMI una volta acquisita la documentazione prevista ed averne verificata la completezza e la regolarità formale, trasmette la domanda di sospensione a Consap.

Consap a sua volta comunica a SGMI l’esito della richiesta di sospensione entro 15 gg solari consecutivi a far data dal ricevimento della domanda e della totalità della documentazione obbligatoria richiesta.

In caso di esito negativo sarà comunque cura di SGMI comunicare testualmente al Cliente la motivazione di Consap della mancata accettazione della sua domanda.

Faq

Per eventuali approfondimenti e risposte alle domande più frequenti sulle misure di sostegno finanziario alle famiglie colpite dall’emergenza sanitaria (COVID-19), è possibile consultare la sezione dedicata:
  • all’interno del sito web del MEF (Il Ministero dell'economia e delle finanze) – clicca qui;
  • all’interno del sito web di CONSAP – clicca qui.